E-learning

Il sapere è al tempo stesso l'esigenza e lo strumento essenziale dello sviluppo
La piattaforma e-learning di Fondazione Patrizio Paoletti è stata concepita e realizzata per sostenere e implementare i percorsi di lifelong learning che l'ente progetta e sviluppa in Italia e all'estero. Sulla piattaforma sono presenti contenuti ed esercizi fruibili in quattro differenti lingue per far fronte ad un utenza diversificata e diffusa, ad oggi, su quattro continenti. La piattaforma contiene un sapere pedagogico derivato dalle attività di ricerca (neuroscientifica, educativa, didattica e compilativa) che la fondazione promuove e persegue, i corsi sono seguiti da docenti e tutor specializzati. Sulla piattaforma si possono consultare materiali e testi specifici di Pedagogia per il Terzo Millennio, sistema pedagogico che opera per il miglioramento e lo sviluppo del potenziale di relazione tra gli individui.

Cerca per argomento

Store

  • Pergamene per battesimi e matrimoni

    Pergamene per battesimi e matrimoni
    Prezzo: 3,50 €

    Per attribuire un valore ancora più profondo ai momenti più veri e importanti della......

    approfondisci
  • Biglietto "Passion"

    Biglietto "Passion"
    Prezzo: 2,00 €

    A San Valentino, diglielo con i regali del cuore! Rendi il tuo messaggio d'amore ancora......

    approfondisci

Fondazione Patrizio Paoletti

news
home / elenco news / In Kenya per cambiare il futuro di 368 bambini delle...

News

Bookmark and Share
In Kenya per cambiare il futuro di 368 bambini delle baraccopoli di Nairobi
In Kenya per cambiare il futuro di 368 bambini delle baraccopoli di Nairobi

di CIRO SCATEGNI

Grazie al sostegno dei nostri donatori, abbiamo aperto il 2020 con una grande notizia. Abbiamo avviato un nuovo progetto del programma Scuole nel Mondo in Kenya in partnership con l’Associazione New Life for Children Onlus.

Secondo i dati 2019 del Programma delle Nazioni Unite per lo Sviluppo (UNDP), il Kenya si trova al 142° posto (su 189) nella classifica mondiale dell’Indice di Sviluppo Umano, che monitora l’accesso all’istruzione, al reddito economico e l’aspettativa di vita. A Nairobi, la capitale del Paese che conta cinque milioni di abitanti, circa il 60% della popolazione vive negli slum: baraccapoli caratterizzate da edifici fatiscenti, criminalità, traffico di droga, prostituzione, sovraffollamento e assenza di infrastrutture. Tali condizioni di vita non garantiscono standard minimi di sopravvivenza.

Nello slum di Kibera vivono 2,5 milioni di persone e 432,331 risiedono nel quartiere Dagoretti, territori in cui interviene il progetto. Kibera è la seconda baraccopoli più grande del mondo. Entrambe sono tra le baraccopoli più note a Nairobi. Nelle baraccopoli gli abitanti vivono con meno di 1 $ al giorno, non hanno accesso al cibo né all’acqua potabile, vivono in lamiere e per vivere vendono gli scarti recuperati dalle discariche. Gli scarsi livelli di igiene causano alti indici di colera e tifo: l’acqua che utilizzano per cucinare e bere viene raccolta direttamente dai fiumi inquinati o dalle acque reflue. Questa situazione di degrado costringe molti bambini ad abbandonare la scuola e cadere nel circuito della criminalità per cercare opportunità di sopravvivenza.

Che cosa possiamo fare per interrompere questo circolo vizioso che condiziona la vita di migliaia di bambini? Per fornire loro un’alternativa alla droga e un luogo sicuro in cui studiare, crescere e costruire un futuro diverso, abbiamo avviato un nuovo progetto nell’ambito del programma Scuole nel Mondo in collaborazione con l’Associazione New Life for Children Onlus. Il progetto socio-educativo è partito a dicembre 2019 negli slum di Dagoretti e Kibera - che si trovano nei pressi di Nairobi - con l’obiettivo di potenziare l’accesso, la qualità e la fruibilità dell’offerta educativa di 368 bambini dai 2 ai 10 anni.

Al fine di contrastare la dispersione scolastica di questi bambini e migliorare le loro condizioni psico-fisiche, il progetto, come gli altri interventi attivi di Scuole nel Mondo, si focalizza su 4 aree: scolastica, sanitaria, nutrizionale e formativa.

Grazie al prezioso contributo dei sostenitori della Fondazione Patrizio Paoletti, da oggi 368 bambini beneficeranno di nuovi interventi socio-educativi che miglioreranno il loro stato di salute e permetteranno loro di frequentare la scuola e cambiare la loro vita. L’intervento si rivolgerà anche a 46 docenti e operatori scolastici. Metteremo in campo 19 anni di ricerca neuroscientifica e psicopedagogica, che ci hanno permesso di sviluppare “tecnologie interiori” a supporto di chi opera in contesti ad alto rischio come quelli degli slum keniani.

SOSTIENI QUESTO PROGETTO